DELL e ORACLE, all'insegna dell'integrazione

Con l'integrazione fra Oracle Enterprise Manager e Dell OpenManage i server, lo storage e le infrastrutture di rete Dell si possono controllare dalla console di gestione del database. Lanciati anche la nuova infrasfruttura convergente ottimizzata per Oracle Linux e VM, e gli aggiornamenti di Toad for Oracle e Shareplex.

Dell e Oracle vanno a braccetto, nella nuova offerta firmata dall’azienda texana e presentata dal palco dell’Oracle OpenWorld. L’idea è quella di fornire soluzioni end-to-end complete, riguardanti server, storage, infrastrutture e servizi, e in grado di semplificare il lavoro degli amministratori It in un’ottica di flessibilità e integrazione. Da un lato l’hardware, i software e i servizi di Dell, dall’altro il database aziendale e il portafoglio di applicazioni enterprise di Oracle.

Lo stesso Michael Dell ha presentato le novità dell'offerta all'Openworld di Oracle

In occasione di OpenWorld, Dell ha dimostrato l’integrazione potenziata dei propri prodotti con Oracle Enterprise Manager (il software di gestione dei database Oracle), elemento che consentirà ai clienti di amministrare in maniera univoca e semplificata lo stack infrastrutturale, Oracle Database e Applications.

In particolare, l'integrazione di Oracle Enterprise Manager 12c e Dell OpenManage permetterà di sfruttare un’unica interfaccia (la console di console di Oracle Enterprise Manager) per controllare l’infrastruttura del’azienda – hardware, workflow, reti e applicazioni –, per monitorare e massimizzare le prestazioni, e dunque per ottenere efficienza operativa e ottimizzare le risorse. A rendere possibile tutto ciò è una una gestione agent-free integrata sui server Dell PowerEdge x86. La soluzione integrata, disponibile nel primo trimestre dell'anno prossimo, consentirà ai clienti di avere visibilità sulla propria infrastruttura Dell, fornendo una visualizzazione side-by-side dei database Oracle presenti sull’hardware.

Fra le novità snocciolate all’OpenWorld c’è anche la Dell Active Infrastructure for Oracle, cioè una versione della converged infrastructure di Dell ottimizzata per il sistema operativo Oracle Linux e per le macchine virtuali Oracle VM. In sostanza, con questa architettura Dell può installare una soluzione Oracle, completamente ottimizzata e testata, direttamente nel datacenter dell’It; inoltre, Dell si fa anche carico di vendere, rinnovare e fornire supporto per Oracle Linux e Oracle VM, semplificando decisamente il punto di contatto con i clienti. È chiaro dunque come la collaborazione fra le due aziende vada ben al di là dell’integrazione fra i prodotti, e dimostri una profonda fiducia reciproca.

Il terzo annuncio riguarda le soluzioni software per la gestione di database Oracle. Dell ha infatti aggiornato Toad for Oracle (l’acronimo sta per Tool for Oracle Application Developers) e lo strumento di data replication SharePlex. Per quanto riguarda Toad for Oracle, l’ultima versione offre supporto per Oracle Database 12c e comprende una serie di nuove funzioni tra cui multi-tenancy, messaggistica diagnostica, funzionalità ETL aggiornate, code refactoring, analisi e fornitura avanzata dei dati; inoltre, Dell Software ha rilasciat Toad ─ Mac Edition, una versione nativa per gli ambienti Mac. Quanto a SharePlex, la soluzione di replica dei dati Oracle-to-Oracle è stata migliorata per fornire pieno supporto per Oracle Database 12c e per potersi collegare agli ambienti Hadoop tramite SharePlex Connector for Hadoop

L’integrazione tra Oracle Enterprise Manager e Dell OpenManager sarà disponibile a livello globale nel primo trimestre del 2014, mentre Dell Active Infrastructure for Oracle, le  ultime versioni di Toad for Oracle e SharePlex, Toad - Mac Edition e SharePlex Connector for Hadoop sono già disponibili.

Abbiamo il piacere di annunciare che in data 29 giugno 2017 ha avuto luogo la trasformazione societaria di Euro Informatica da Srl a Società per...